Instagram Reels: così
Instagram prova a sfidare la crescente popolarità di TikTok

Blogy.
Instagram Reels: così Instagram prova a sfidare la crescente popolarità di TikTok

Dopo che TikTok ha superato il miliardo e mezzo di download a novembre dello scorso anno, Zuckerberg e soci, vedendo calare la popolarità di Instagram, hanno deciso di correre ai ripari.

Dopo un primo test in Brasile, ad agosto hanno rilasciato in oltre 50 paesi del mondo, tra cui anche l’Italia, Instagram Reels.

Come avvenuto in passato con le stories di Snapchat, la nuova funzionalità di Instagram imita molte delle caratteristiche di TikTok. Reels permette infatti di creare ed editare video multi-clip di 15 secondi, a cui è possibile aggiungere una traccia audio o dei testi.

Come funziona?

Per utilizzare la funzionalità, è sufficiente selezionare Reels nella parte inferiore della fotocamera di Instagram. A questo punto, nella parte sinistra dello schermo compariranno diverse opzioni che ti aiuteranno a creare il tuo reel.

Vediamone alcune:

  • Audio: potrai selezionare una canzone dall’archivio musicale di Instagram, oppure scegliere di utilizzare un tuo audio originale. Quando condividi un video utilizzando il tuo audio originale, questo sarà attribuito al tuo profilo, e, se hai un account pubblico, le altre persone potranno utilizzarlo per creare i propri reel.
  • Velocità: puoi decidere di aumentare o rallentare la velocità di una parte di video o dell’audio che hai selezionato.
  • Effetti: potrai scegliere tra tantissimi effetti di realtà aumentata, creati da Instagram o da creators di tutto il mondo.
  • Timer: il timer ti permette di registrare le tue clip a mani libere. Una volta cliccato sul pulsante di registrazione, partirà un conto alla rovescia, dopo il quale inizierà la registrazione del video per il tempo selezionato.
  • Allinea: grazie a questa opzione è possibile allineare i soggetti dalla clip precedente prima di registrarne una nuova. Questo permette di effettuare transazioni fluide, utili per creare video originali, con effetti quali il cambio d’abbigliamento o l’aggiunta di nuovi soggetti all’interno del reel.

Puoi registrare i reel tutti in una volta, creare una serie di clip registrandole una alla volta, o utilizzare un video dalla tua galleria. Una volta che il reel è pronto, nella schermata di condivisione potrai salvarne una bozza, cambiare l’immagine di copertina, aggiungere una didascalia, degli hashtag e taggare gli amici.

I reels possono essere inviati privatamente agli amici, condivisi nel proprio profilo oppure all’interno delle stories, dove scompariranno dopo 24 ore. Se il profilo Instagram è pubblico, è possibile anche condividere il reel in una sezione dedicata all’interno di Esplora, dove potrà essere visto da tutti gli utenti.

La sfida con TikTok

È quindi chiaro come la nuova funzionalità di Instagram abbia “copiato” molte delle caratteristiche del competitor. Il layout è molto simile, così come gli strumenti per editare i video sono pressoché gli stessi. Effettivamente, a seguito del lancio di Instagram Reels, i primi contenuti che hanno iniziato a circolare sulla piattaforma erano semplicemente degli upload di video realizzati con TikTok.

Ci vorrà del tempo per capire l’effettiva portata di Reels, ma la nuova funzionalità ha già ricevuto le prime critiche. Sembra infatti che la creazione e l’editing delle clip su Instagram risulti più macchinosa, e che alcune delle funzioni di TikTok siano assenti.

Inoltre, mentre la piattaforma cinese è interamente dedicata ai video, e quindi la fruizione è immediata, su Instagram i reel occupano solo una piccola parte del tutto, e sono ancora poco evidenti e poco rilevanti. Infine, molte delle mode di TikTok sono spesso iniziate da utenti sconosciuti, che grazie all’algoritmo riescono ad essere visti da un vasto pubblico e ad ottenere popolarità. Su Instagram invece è molto difficile che il reel di un utente poco popolare riesca ad ottenere una visibilità ampia quanto quella offerta dal competitor. Sicuramente Zuckerberg e soci continueranno a testare per dare maggiore risalto a Reels, ma riusciranno ad arginare il successo di TikTok?