Le strategie di Lead Nurturing

Blogy.
Le strategie di Lead Nurturing

La Lead Nurturing è una strategia di Digital Marketing che comprende le attività svolte dall’acquisizione iniziale del contatto di un potenziale cliente alla vendita, e successiva fidelizzazione.

La Lead Nurturing serve per convertire il contatto in vendita e ogni attività è svolta utilizzando software specifici. È un asset fondamentale nel customer journey dell’utente. La Lead Nurturing nasce da una domanda:

Perché un utente dovrebbe scegliere noi, la nostra azienda e i nostri prodotti rispetto alla concorrenza?

Lo scopo della Lead Nurturing è “nutrire il contatto” con:

  • Informazioni

Dare informazioni all’utente serve per farci conoscere. Dobbiamo parlargli di chi siamo, cosa facciamo e perché lo facciamo, mettendo in evidenza i punti di forza e gli obiettivi.
L’obiettivo è portare il potenziale cliente ad avere fiducia nella nostra azienda e a sceglierci rispetto alla concorrenza.

  • Promozioni personalizzate

La raccolta di informazioni e interessi relativi ai clienti permette di creare delle promozioni personalizzate sulla base dei suoi interessi.

  • Comunicazione

Il dialogo è alla base di ogni tipo di relazione.

Il cliente deve sapere che può mettersi in contatto con la nostra azienda in ogni momento e per qualsiasi motivo, specialmente se ha bisogno di assistenza.

Come avviene la comunicazione tra azienda e clienti?

  • E-mail: grazie alla DEM (Direct E-mail Marketing) possiamo restare in contatto con i clienti inviando newsletter, offerte promozionali ottimizzando lo studio dei suoi comportamenti.
  • Social Network: L’interazione è istantanea e semplice e “annulla” la distanza tra brand e cliente.
  • Chatbot: sono chat che generano automaticamente dei messaggi per gli utenti. Le chatbot sono presenti sia sui profili social dell’azienda che sul sito web.
  • SMS: l’invio di messaggi personalizzati per tenere i clienti sempre aggiornati su eventi, comunicazioni e promozioni.

La conversione del contatto non è immediata. Accade spesso che il cliente che riceve una promozione per un prodotto non sia nel momento giusto per acquistare. Inoltre la fase di acquisto può variare molto a seconda della tipologia di prodotto, sia esso acquisto d’impulso o meno. Ad esempio le caramelle, un rossetto, o un abito rientrano tra acquisti d’impulso;  la scelta di un’auto, di una lavatrice o di una casa non lo sono. È importante quindi per un’azienda inquadrare il tempo necessario per l’utente per l’acquisto del suo prodotto/servizio.

Le strategie di Lead Nurturing devono essere costanti e durature per andare incontro alle tempistiche del cliente. Il cliente deve essere acquisito e poi fidelizzato.

Cosa vuol dire fidelizzazione?

La fidelizzazione di un cliente è importante perché lo porta a scegliere la nostra azienda anche in futuro.

Cosa fare per fidelizzare un cliente?

  • Richiedere un feedback dell’acquisto

Dimostrarsi interessati alla sua esperienza di acquisto e pronti a migliorare per il futuro.

  • Inviare promozioni analoghe all’acquisto

Analizzare i suoi interessi e preferenze proponendo al cliente ciò che può essere affine alle sue esigenze.

  • Dare informazioni

Tenere aggiornato il cliente in caso di nuovi prodotti o servizi: fornire tutte le informazioni necessarie per farsi conoscere.

  • Promozioni personalizzate

Inviare promozioni in corso e personalizzate per garantire una migliore esperienza di vendita, offrendo eventualmente sconti per “porta un amico”.

Resta aggiornato con gli articoli del blog di Bewedy.