Siamo una Web Agency in provincia di Milano. Facciamo parte del gruppo Computer Design, affermata società specializzata nella fornitura di soluzioni IT per le imprese. Insieme offriamo servizi personalizzabili in base alle esigenze dei nostri clienti per far crescere e affermare il loro business.
Condividi su

Blog

POST-BLOGY-BW-SMART-WORK

SMART WORKING

SMART WORKING: un’opportunità per le aziende?

Si sente spesso parlare di Smart Working come di un modello organizzativo in grado di portare grandi vantaggi alle realtà che l’adottano. Tuttavia, questo termine viene frequentemente utilizzato in modo erroneo per indicare il “lavorare da casa”.

Fare Smart Working è però molto più di questo.

Per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali «lo Smart Working (o Lavoro Agile) è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e un’organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro; una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e, al contempo, favorire la crescita della sua produttività».

Quindi, mentre nel telelavoro (o lavoro da casa), il lavoratore “sposta” semplicemente la sua postazione di lavoro, mantenendo i vincoli di orario, lo smart working presuppone una maggiore flessibilità e autonomia, sia in termini di tempo e spazio, sia in termini di organizzazione del lavoro.

 

Quali sono i vantaggi dello Smart Working per dipendenti e aziende?

 

Molti business sono ancora restii ad adottare questo modello organizzativo, in quanto temono di perdere controllo sui dipendenti e sul loro lavoro. I vantaggi dati dallo Smart Working sono invece molteplici e misurabili, in termini di aumento della produttività, riduzione dei costi e riduzione dell’assenteismo.

Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, si può stimare l’incremento della produttività di un lavoratore nell’ordine del 15%.

Il nuovo approccio mentale dato dallo Smart Working, fondato sugli obiettivi, più che sul tempo effettivo di lavoro, aumenta inoltre la responsabilizzazione delle persone sui risultati, favorendo la crescita dei talenti e dell’innovazione. Infine, questo modello di organizzazione permette anche un forte risparmio sui costi di gestione e mantenimento della sede aziendale.

Ma i vantaggi non sono solo per le aziende, anche i dipendenti traggono dei benefici dal lavoro agile. Per i lavoratori, anche un solo giorno di remote working a settimana permetterebbe di risparmiare circa 40 ore di spostamenti l’anno, riducendo di conseguenza le emissioni di CO2 e giovando anche alla salute dell’ambiente.

I collaboratori, riducendo il tempo passato nel tragitto casa-lavoro, possono dedicarsi maggiormente alla loro famiglia o alle loro passioni, incrementando così il proprio benessere psico-fisico. Un migliore stato di salute mentale e un minore stress si traduce in una maggiore concentrazione ed efficienza, andando ad alimentare un circolo virtuoso per l’azienda. Non si può inoltre non considerare il risparmio in termini economici dato dall’assenza degli spostamenti giornalieri.

Le aziende non possono però decidere di adottare lo Smart Working da un giorno all’altro.

Sono necessarie le giuste tecnologie e strumenti per permettere la collaborazione e la connessione da remoto, e un nuovo approccio mentale da parte dei dirigenti e dei team leader, che devono essere pronti a concedere ai propri collaboratori la fiducia e la flessibilità necessarie.